Logo
Demografia in cifre
Istat
A cura di English
L'indagine campinaria sulle nascite
L’indagine campionaria sulle nascite. Anno 2002 e 2005

 

L'indagine campionaria sulle nascite è stata effettuata nel 2002 e nel 2005. I dati dell'indagine consentono di ricostruire la struttura della fecondità per ordine di nascita a livello regionale fornendo, inoltre, un quadro accurato sulle opinioni e le aspettative di fecondità delle madri, sugli aspetti familiari e sociali di contesto delle nascite, sulle strategie di cura adottate dalle famiglie e sull'impatto che la nascita di un figlio ha sulle scelte lavorative delle donne.

La prima edizione, condotta nel 2002, ha riguardato le madri di bambini iscritti in anagrafe per nascita nel corso del secondo semestre del 2000 e del primo del 2001 (luglio 2000-giugno 2001). Nella seconda edizione, realizzata nel 2005, sono state intervistate le madri di bambini iscritti in anagrafe nel 2003.

In entrambe i casi le interviste sono state effettuate ad una distanza media di circa 18-21 mesi dalla nascita dei bambini. La rilevanza dell'indagine risiede proprio nella possibilità di porre l'attenzione su un ampio campione di donne divenute madri da poco: il 10 per cento di tutte le madri con almeno un figlio al di sotto dei due anni di età . Si tratta di un periodo della vita delle donne e delle famiglie particolarmente significativo essendo quello in cui generalmente matura la scelta di avere o meno un altro figlio e in cui si pongono, in modo particolarmente accentuato, le problematiche del conciliare gli impegni lavorativi extra-domestici con quelli familiari .

Le interviste sono state realizzate tramite la tecnica C.A.T.I (Computer Assisted Telephone Interview). L'impianto organizzativo della rilevazione prevede un sistema di acquisizione basato su due questionari: una versione ridotta short form e una estesa long form . La prima viene somministrata a tutto il campione (c.ca 50.000 madri, il 10% dell'universo dei nati) e consente di ottenere stime rappresentative a livello regionale per le principali determinanti delle nascite, mentre la seconda viene somministrata solo ad un terzo del campione (circa 17.000 donne), con una rappresentatività a livello territoriale più ampio.

Spetta al questionario short il compito di rilevare le principali informazioni demografiche e socio-sanitarie sui genitori, il nato e il parto. Il questionario long , invece, permette la rilevazione e l'approfondimento di tematiche rilevanti sia per la comprensione delle dinamiche di fecondità in atto sia a fini di supporto informativo per eventuali interventi di policy . Per le prime due edizioni dell'indagine particolare attenzione è stata dedicata al tema dell'interazione tra maternità e partecipazione delle donne al mercato del lavoro, rilevando le variazioni nella condizione professionale delle madri verificatesi dopo la nascita dei figli. L'obiettivo è evidenziare i vincoli che si frappongono nel conciliare la dimensione familiare con quella lavorativa extra-domestica e le strategie di conciliazione messe in atto dalle neo-madri. A tale scopo le informazioni sul lavoro delle madri e dei padri possono essere lette congiuntamente a quelle sugli aiuti ricevuti per la cura dei figli e per l'alleggerimento del carico di lavoro domestico, e alle indicazioni sul contesto socio-economico delle famiglie.

Per ulteriori informazioni sulle caratteristiche dell'indagine e sui suoi contenuti informativi consultare il volume “L'indagine campionaria sulle nascite: obiettivi, metodologia e organizzazione”.

Risultati anticipatori della prima edizione sono stati presentati al Cnel il 2 dicembre 2003 nel convegno Istat-Cnel “Maternità e partecipazione delle donne al mercato del lavoro: tra vincoli e strategie di conciliazione” . I contributi presentati al convegno e l'ampio dibattito che né è scaturito sono pubblicati nel volume “Maternità e partecipazione delle donne al mercato del lavoro. Tra vincoli e strategie di conciliazione”, Cnel, Atti – Documenti n.49.

In questo sito sono disponibili i due interventi di apertura del Convegno a cura di Luigi Biggeri (La produzione di informazioni statistiche rilevanti sulle nascite e la fecondita' ) e di Silvia Costa. (Maternità e partecipazione delle donne al mercato del lavoro tra vincoli e strategie di conciliazione)

 

I principali approfondimenti tematici dell'indagine condotta nel 2002 sono pubblicati dall'Istat nel volume “Avere un figlio in Italia. Approfondimenti tematici dall'indagine campionaria sulle nascite”.

Con la statistica in breve “Essere madri in Italia. Anno 2005” l'Istat diffonde i principali risultati della seconda edizione.

Si ricorda, infine, che sono disponibili i files standard (una per la versione long e l'altro per la versione short ) delle due edizioni dell'indagine, che possono essere richiesti contattando i data shop dell'Istat.

Altri dati
 
 
 
Untitled Document
Presentazione dell'indagine
La produzione di informazioni statistiche rilevanti sulle nascite e la fecondita'
Maternità e partecipazione delle donne al mercato del lavoro tra vincoli e strategie di conciliazione

Per informazioni statistiche e servizi di diffusione è disponibile il sistema
Cont@ct centre
© 1999, 2016 Istat - Istituto Nazionale di Statistica
Via Cesare Balbo 16 00184 - Roma tel. +39 06 46731